Inaugurato Il primo Varco RFID ‘NO SHIELD’ di Softintime in MOVIMODA Spa – Bologna

E’ in funzione a Castelmaggiore (BO) il primo varco privo di schermatura RF in grado di rilevare il transito di capi di abbigliamento su di una linea di imballo.

MOVIMODA Spa, leader nella fornitura di servizi logistici e fine linea nel fashion Italiano ed Internazionale, in stretta partnership con Softintime, intende fornire alla propria clientela servizi tecnologici ad alto valore aggiunto, quali appunto RFID, E-Commerce, Soluzioni Gestionali. Nello stabilimento di Castelmaggiore, grazie al varco RFID sulla linea di imballo, Movimoda fornirà la certificazione del collo in uscita ed il dettaglio dei serial numbers in esso contenuti per la tracciabilità e per il controllo del mercato parallelo. Go Live in questi giorni per ‘PinUp Stars’ noto brand di moda mare di Bologna.

Il varco no shield illustrato nelle foto, prende corpo da un progetto software, ideato e realizzato dall’ Ing Mirco Mazzali, project manager RFID di Softintime.  In un varco RFID dai componenti tradizionali (readers ed antenne) la differenza la fa un sofisticato algoritmo software (SIT Zone Detector) in grado rilevare solamente il transito dei tags che si spostano da una zona A ad una zona B, ignorando completamente le altre letture provenienti da un magazzino densamente popolato di capi taggati.   Il vantaggio rispetto ai tradizionali e costosi tunnel schermati è evidente : costi ridotti, opportunità di collocarlo su linee automatiche esistenti senza modifiche, nessun calo di velocità delle linee e relative perfomance, integrazione SW semplice ed efficace.

Non solo fashion per la tecnologia no-shield, lo stesso principio della rilevazione dell’attraversamento,  è stato applicato con successo da più di anno, per monitorare la baia di carico nello stabilimento di Pocenia (UD) di Eminflex (Comas Spa BO)

In questo caso la rilevazione consente di rilevare anche il senso di attraversamento, conteggiando (con una stazione a bordo del muletto, collegata WiFi al server centrale della sede) gli oggetti entrati per il carico ed usciti ottenendo per differenza il controllo del documento di spedizione .. e dell’onestà degli operatori !

I progetti sono stati realizzati con la collaborazione e progettazione RFID di IdEst, il partner concittadino di riferimento per le realizzazioni di impianti di identificazione.

On novembre 22nd, 2016, posted in: News e ultime notizie, RFID per Abbigliamento, Senza categoria by Guido